venerdì 13 aprile 2012

Zara ed Adidas accusati di inquinamento ambientale

Pubblicato da Eva Black a 18:54
Zara ed Adidas accusati di inquinamento ambientale



Anche H&M,Nike e Levi's nella black list 







Purtroppo quando ci capita di parlare di Nike,Levi's,Zara,H&M,Adidas e Wal-Mart non sempre incappiamo in un discorso piacevole che tratta di moda pret-a-porter.
Sono questi i nomi che appaiono nel rapporto stilato da diverse organizzazione ambientaliste come IPE(Institute of Public Environmental Affairs) e FON(Friends Of Nature) che hanno dato vita ad un vero e proprio maremoto di critiche.
Pare,infatti,che l'industria tessile riversi 25 tonnellate di acque di scarico eccessivamente inquinanti,ogni anno,portando di conseguenza, all'intossicazione di laghi,mari,fiumi ed atmosfera.
Lo scarico che viene prodotto dallo stampaggio delle stoffe incide,fortemente,su circa l'80% degli scarichi dell'intero settore. E tutto ciò risulta essere dovuto alla mancanza di un sistema di scarico ben funzionante che non permette un filtraggio opportuno permettendo così  alle filiere tessili di scaricare direttamente nelle acque nere.
Ma a quanto pare il disastro ambientale è poca cosa in confronto ai posti di lavoro che queste aziende hanno creato in Cina,parola del direttore dell'IPE,sollecitando,allo stesso tempo, ad attuare maggiori controlli e garanzie di sicurezza per far si che il sistema di scarico dei rifiuti tessili industriali avvenga a norma di legge.
Naturalmente le organizzazioni ambientaliste si sono immediatamente mobilitate  facendo recapitare al CEO i nominativi dei marchi coinvolti in quest'indagine sull'ambiente.
L'unica a rispondere alle accuse è stata Adidas.
Il noto marchio sportivo ha fatto sapere,tramite comunicato stampa accertato,che qualora venissero scoperte irregolarità nel ciclo di produzione,non esiteranno a prendere severe misure correttive,e se necessario,sospendere i rapporti d'affari con la Cina senza,eventuali,ripensamenti.
La moda prima di tutto,a quanto pare,almeno per Adidas che non ha avuto timore di esporsi e tutelarsi con poche righe,non proprio riflessive,ma severamente professionali.
 Non è la prima volta che trattiamo di argomenti poco "cool" e "fashion" ma come ben sappiamo non tutto quello che luccica è oro...e la moda,come tutti gli altri fenomeni che ci circondano,non è fatta di sole vetrine illuminate e lussuosi capi Haute Couture,ma è composta,in parte,anche di spiacevoli notizie che rischiano di intaccare il sistema ecologico di gaia.

Elisabetta Rasicci

0 commenti:

Posta un commento

 

Il Sapore di Eva Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos